Mottola e i vini della Terra delle Gravine fra tradizione ed artigianalità

Mottola, “la terra delle grotte di Dio” e la produzione vitivinicola delle Gravine di Puglia: la Masseria Ludovico e i vini artigianali di Marco Ludovico

La città di Mottola (TA) fa parte di quell’ampio territorio chiamato Terra delle Gravine: quest’ultimo è caratterizzato da immensi crepacci creati da antichi fiumi, oggi ricchi di fitte vegetazioni. In passato le popolazioni sfruttarono queste gole scavando nella roccia abitazioni, luoghi di culto, cisterne e depositi per le derrate alimentari. Sono i cosiddetti villaggi rupestri, luoghi ricchi di fascino e di importantissime testimonianze di vita.

Mottola (TA), la splendida chiesa rupestre di San Nicola

Situata nella parte meridionale della Murgia, abbarbicata sul cocuzzolo di un’imponente collina a quasi 400 metri s.l.m., è detta anche “spia dello Ionio” per la sua posizione strategica, da cui è possibile ammirare tutto il Golfo di Taranto: Mottola è fatta anche di boschi come quello di Sant’Antuono, e di oltre trenta meravigliose chiese rupestri. La più suggestiva è forse quella di San Nicola, che per la bellezza dei suoi affreschi viene considerata la Cappella Sistina della civiltà rupestre nel Meridione d’Italia.

Mottola (TA), il bosco di Sant’Antuono

Avvolta da incantevoli paesaggi di pietra e dagli intensi profumi della macchia mediterranea, Mottola basa la sua economia sul settore agro-alimentare, soprattutto sulla produzione di un’ottima uva da tavola e da vino, agrumi e ortaggi; di grande pregio anche l’olio extravergine d’oliva. Qui, nel cuore della Terra delle Gravine tra mandorleti, uliveti e muretti a secco, sorge la Masseria Ludovico.

Mottola (TA), Masseria Ludovico e i vini della Terra delle Gravine
I vini della Masseria Ludovico di Mottola (TA): Il Principale, selezione di uve primitivo (Credits: Orazio P. Sansonetti)

Una bianca e tipica masseria pugliese che racconta una storia familiare da ben quattro generazioni: Masseria Ludovico coltiva le proprie terre con passione dando vita a produzioni di qualità, come il vino. Dopo un processo di modernizzazione della cantina iniziato diversi anni fa, oggi vi è una cura ancora più costante dei vigneti e una vinificazione diretta delle proprie uve.

I vini della Masseria Ludovico di Mottola (TA): il Fiano

La tradizione di una terra millenaria è una eredità che si tramanda: Marco, figlio di Giangiuseppe, diventato enologo, oggi affianca suo padre sia in vigna che in cantina coniugando i classici metodi di vinificazione con le moderne conoscenze tecniche. Ciò ha portato la Masseria Ludovico alla creazione di vini strettamente territoriali e sostenibili.

I vini della Masseria Ludovico di Mottola (TA): il Verdeca

Da vitigni autoctoni ed alloctoni, le etichette ricalcano la natura e richiamano i profumi e i sapori di queste terre selvagge, rispettandole e valorizzandole; bianchi e rosati da fiano, verdeca, chardonnay ed aglianico, rossi da primitivo e lambrusco e selezioni di primitivo e malvasia bianca possiedono tutti l’anima del territorio, quello di Mottola che li vede nascere, fatto di rocce calcaree modellate dall’acqua e dai venti, caratteristiche che conferiscono ai vini tutte le loro peculiarità.

I vini della Masseria Ludovico di Mottola (TA): il Primitivo

Su questa scia Marco Ludovico ha deciso da poco di creare una linea personale che porta il suo nome: una scelta che ha visto la nascita di cinque prodotti, autentici e genuini, in cui la mano dell’uomo accompagna la naturale essenza del vino. Un “enoartigiano in Terra delle Gravine” che torna ai vini di una volta, schietti e rustici e proprio per questo veri e che ne rispecchiano la personalità.

Sono tre i bianchi: Verdeca, un Puglia IGP da verdeca in purezza che affina 6 mesi sulle fecce fini, Matìn Puglia IGP Frizzante, un fiano minutolo rifermentato in bottiglia e Amforéas Puglia IGP da trebbiano macerato 4 mesi in anfora. Infine due rossi, Primitivo e Trabàco Puglia IGP: il primo dà voce al vitigno principe della Terra delle Gravine lavorato in modo convenzionale e che affina in barrique di rovere Slavonia; il secondo è un sangiovese in purezza “che non teme l’invecchiamento” e che riposa in botte grande di acacia e acciaio.

I vini firmati da Marco Ludovico: Matìn, Verdeca, Amforéas, Primitivo e Trabàco (Credits: Marco Ludovico)

Il vino nel calice deve riflettere ciò che il territorio regala ai suoi vigneti, senza artefazione; le uve sono raccolte rigorosamente a mano, non sono né trattate né concimate chimicamente; la fermentazione è spontanea con lieviti indigeni e i vini non sono chiarificati né filtrati. Sono prodotti in tiratura limitata, da un minimo di 400 ad un massimo di 1600 bottiglie per tipologia, con etichette applicate e numerate a mano.

Le barrique in cui riposano i vini della Masseria Ludovico e di Marco Ludovico (Credits: Maria Rita Aloi – Jamaluca.com)

Non sono vini “di tendenza”, quelli che piacciono a tutti: per amarli bisogna essere liberi da preconcetti e pregiudizi. Una volta assaggiati, però, non si può non ammettere la loro bontà: nell’essere completamente genuini, spiccano per freschezza, mineralità ed eleganza grazie ai terreni calcarei e le forti escursioni termiche delle Gravine.

La Terra delle Gravine di Puglia

Anche il packaging è personale: etichette ecologiche sulle quali i volti umani sovrapposti alle foglie rappresentano il rapporto simbolico tra uomo e natura. Il tappo è volutamente sintetico, sia perché il sughero potrebbe cedere sostanze indesiderate al vino, sia perché è completamente riciclabile. In un mondo che corre troppo in fretta e poco attento a ciò che è davvero importante, ecco l’esempio di Marco.

Marco Ludovico e i suoi vini (Credits: Maria Rita Aloi – Jamaluca.com)

 

Masseria Ludovico

Indirizzo: Strada Statale 100, km. 56, San Basilio – Mottola (TA)

Telefono: 099 883 33 76

Sito web: www.masserialudovico.it

 

Marco Ludovico – Enoartigiano in Terra delle Gravine

Indirizzo: Strada Statale 100, km. 56, San Basilio – Mottola (TA)

Telefono: + 39 333 2164978

Sito web: www.marcoludovico.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto / Accept