Fiori di zucca: belli, buoni e salutari

Irresistibili in pastella, deliziosi alla ligure, danno grandi soddisfazioni insieme alle linguine e non ci deludono accompagnati al risotto. I fiori di zucca sono belli, buoni, fanno bene e, dulcis in fundo, sono un ottimo ingrediente per una dieta vegana.

I fiori di zucca sono parti edibili della pianta della zucca: si presentano come grandi esemplari dal brillante colore giallo. In commercio si trovano sia questi che i più comuni fiori di zucchina, un’altra pianta della famiglia delle Cucurbitaceae. Questi ultimi hanno petali più lunghi e appuntiti, una colorazione tipicamente striata di arancio e mancano di un profumo riconoscibile.

I fiori di zucchina si raccolgono prevalentemente dalla varietà Cucurbita pepo. I fiori di zucca, invece, hanno una forma più tozza, un buon profumo e una colorazione giallo intenso. I fiori in vendita si raccolgono perlopiù dalle varietà Cucurbita moschata e Cucurbita maxima.

Caratteristiche nutrizionali:

Delicatissimi, ma gustosi, i fiori di zucca quando sono crudi contengono vitamina A, B1, B2, B3, B9, C e tanti sali minerali, come ferro, calcio magnesio, potassio. Adatti sia a grandi che piccini, grazie alla presenza massiccia di calcio, i fiori di zucca sono utili per chi soffre di osteoporosi. Non solo, aiutano a proteggere il sistema immunitario, perché alimentano la formazione dei globuli bianchi. La colorazione giallo-arancio è indice di un buon contenuto di carotenoidi, noti per essere efficaci antiossidanti.

Composti per più del 90% di acqua, i fiori di zucca sono poveri di grassi (0,4 grammi ogni 100) e ricchi di proteine (1,7 grammi ogni 100). Per 100 grammi di questo alimento si contano 12 calorie.
Sono perfetti dunque quando si sta facendo una cura dimagrante… ovviamente non fritti!

Come cucinare i fiori di zucca:

La ricetta più classica è quella che li vede fritti, croccanti e leggeri, ma possono essere sfruttati in altro modo, abbinati alla pasta, ripieni (in varie varianti) o in versione vegetariana con le verdure. In cucina hanno trovato grande spazio per il loro sapore delicato e la loro estrema versatilità. Un consiglio: nelle preparazioni culinarie evitare abbinamenti troppo forti per non coprire il loro gusto.

 

Ricetta fiori di zucca ripieni di patate

Ingredienti

  • 16 fiori di zucca
  • 500 g di patate a pasta bianca
  • 70 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 piccolo spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di basilico
  • 2 uova
  • olio extravergine di oliva
  • noce moscata
  • sale
Fonte: www.cucchiaio.it/ricetta/fiori-di-zucca-ripieni-di-patate

Procedimento

Per preparare i fiori di zucca ripieni di patate al forno cominciate lavando le patate, trasferitele in una pentola con acqua fredda e cuocetele per circa 40 minuti dall’inizio dell’ebollizione. Verificate la cottura bucandole con uno stecco, scolatele con una schiumarola, lasciatele intiepidire e sbucciatele.

Schiacciate le patate con uno schiacciapatate, unite 50 grammi di parmigiano, un pizzico di noce moscata grattugiata, una presa di sale, le uova, lo spicchio d’aglio sbucciato, privato dell’anima centrale e ridotto in purea con uno spremiaglio, e 5-6 foglie di basilico spezzettate. Mescolate e trasferite il composto in una tasca da pasticceria.

Mondate i fiori di zucca, eliminate il pistillo e il gambo, lavateli e asciugateli delicatamente. Farciteli con il composto di patate e, man mano che sono pronti, disponeteli su una teglia rivestita con carta oleata. Conditeli con un filo di olio, spolverizzateli con il parmigiano rimasto e cuoceteli in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. (1)

(1) www.cucchiaio.it

2 thoughts on “Fiori di zucca: belli, buoni e salutari

  1. Il miglior ripieno per i fiori di zucca è la ricotta aggiustata con formaggio pepe nero e prezzemolo e poi impanati e fritti, un altro classico sono ripeni con mozzarella di bufala ed acciughe, non parliamo poi del risotto con fiori e scampi, ma da non tralasciare sono i talli la pianta vera e propria che produce sia le zucchine che i fiori che in età giovane sono ottimi come minestra oppure con la pasta o saltati in padella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *