Verace di Saracena, la nuova cultivar olivicola iscritta nel Registro Nazionale

Quest’anno tra le cultivar olivicole riconosciute e inserite nel Registro Nazionale delle varietà delle piante da frutto del MIPAAF c’è anche la Verace di Saracena (Vrèsce di Saracena)

Il prezioso olio d’oliva è parte integrante della storia di intere civiltà da più di 6000 anni: fonte di luce e alimento, simbolo delle grandi religioni monoteiste, unguento di atleti olimpici e pietra miliare della famosa dieta mediterranea.

LEGGI ANCHE IL POST SULLA DIETA MEDITERRANEA

 

Un prodotto dalle origini antichissime che ha mantenuto immutata nel corso dei millenni la sua genuinità; l’olio d’oliva possiede molte proprietà alimentari e benefiche ed è questo che lo rende così importante.

E’ un potente antiossidante e rallenta l’invecchiamento delle cellule, diminuisce il colesterolo cattivo, rafforza il sistema immunitario, è un antitumorale, antidolorifico e viene usato tantissimo nella cosmesi e cura del corpo.

LEGGI ANCHE IL POST SULLE PROPRIETA’ DELL’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

 

Non solo utile ma anche buono: l’olio d’oliva in cucina esalta i sapori delle nostre tavole come condimento di verdura, carne, pesce ed è impiegato largamente per la conservazione dei cibi (sott’oli).

In Calabria la cultura della coltivazione dell’ulivo è diventata fulcro della sua ricchezza e le diverse varietà locali rappresentano uno degli elementi identitari che ne caratterizzano il territorio.

Albero ulivo
L’ulivo

L’ARSAC (Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese) da anni si impegna nella valorizzazione e nella tutela della biodiversità calabrese al fine di promuovere e sviluppare il settore agroalimentare.

Da circa due anni l’ente sta lavorando attivamente al recupero e alla conservazione delle specie a rischio di erosione genetica (animali e vegetali).

Congiuntamente al CRSFA (Centro Ricerca Sperimentazione e Formazione in Agricoltura – Basile Caramia Locorotondo) e alla CCIAA di Cosenza, l’ARSAC ha chiesto l’iscrizione al Registro Nazionale delle piante da frutto di alcune varietà storiche e autoctone calabresi.

E nel 2020, con decreto del 25 febbraio, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) ne ha autorizzato l’iscrizione di ben 24, di cui 6 olivicole.

Drupe ulivo pianta
Le drupe della pianta dell’ulivo

Tra le cultivar dell’Olea europaea L. calabrese ci sono ufficialmente la Bianca di Saracena (oliva bianca o Leucolea), la Dolce di San Basile, la Justa di Trebisacce, l’Olivone di Firmo, la Varasana (Nocara e San Lorenzo Bellizzi) e la Vrèsce di Saracena (sinonimo Verace di Saracena).

LEGGI ANCHE IL POST SULLA LEUCOLEA

 

Assieme alla Roggianella, la Verace o Vrèsce è l’oliva più diffusa negli uliveti tradizionali di Saracena (Cs); il nome deriva chiaramente dal latino verax che riporta al carattere di un frutto ‘veritiero, sincero’.

La Verace di Saracena
La Verace o Vrèsce di Saracena (Cs)

Si tratta di un ulivo dalla drupa medio-grande, di forma ovale, buona anche da essiccare e da cui si estrae un olio di ottima qualità.

Sono presenti altre varietà a Saracena ma è l’antica specie della Verace che caratterizza la storia di questo centro del maestoso Parco Nazionale del Pollino.

LEGGI ANCHE IL POST SUL MOSCATO DI SARACENA

 

LEGGI ANCHE IL POST SU SARACENA

Inoltre la Vrèsce o Verace per le sue caratteristiche organolettiche supera di gran lunga le altre soprattutto per il suo equilibrio biochimico e la sua resa.

Nel territorio di Saracena sopravvivono ancora alberi di ulivo millenari.

La loro presenza riporta alla luce la memoria ancestrale della coltivazione di questa pianta e il valore storico-culturale che è patrimonio dell’intera comunità.

Sono state impiantate recentemente altre varietà tra cui la Forasèna, la Cornaiola, la Turchjinèdda, la Cerasuola.

A Saracena la giovane realtà aziendale Molito commercializza olio extravergine d’oliva certificato biologico proveniente da uliveti secolari affacciati sulla piana di Sibari, posti a circa 450 metri s.l.m.

LEGGI ANCHE IL POST SULLA TRYPHE DI SIBARI

 

Assieme alla Roggianella e alla Leccino, la Verace di Saracena è tra le cultivar presenti, selezionate e frante secondo il metodo dell’estrazione a freddo.

La molitura avviene in giornata nel loro frantoio aziendale attraverso un impianto a ciclo continuo di ultima generazione; ne deriva un olio dalle eccellenti caratteristiche che una volta estratto viene filtrato e confezionato, pronto per la vendita.

 

MOLITO – Olio Extravergine di Oliva Biologico  –  www.molito.it

fb-share-icon20
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto / Accept