Il bello della Franconia: cosa vedere e (ovviamente) assaggiare a Norimberga

Un weekend a Norimberga, capitale della Franconia, fra arte, storia, birra e salsicce

Credo che tutti, pensando a Norimberga, la associno immediatamente alla città del processo nazista o al Christkindlesmarkt, il famoso mercatino di Natale che ogni anno accende le vie del centro con le sue luci e la sua magia. Ma visitando Norimberga in un weekend ci si accorge che sono tante, invece, le cose che rendono affascinante questa località della bassa Baviera nel cuore della Franconia e anche molto interessante dal punto di vista enogastronomico.

Un mosaico culturale in cui la storia, l’arte e le tradizioni sposano la modernità di un grande assetto urbano: Norimberga si presenta così ai suoi visitatori, un borgo medievale con le caratteristiche “case a traliccio” sovrastato dal Castello Imperiale, romantici scorci di pietra che si affacciano sul fiume, imponenti chiese e interessantissimi musei, piazze, monumenti, deliziose salsicce e birra rossa.

Norimberga, centro storico e fiume Pegnitz
Norimberga, centro storico e fiume Pegnitz
Il centro storico medievale e il Castello Imperiale

La città di Norimberga (Nürnberg in tedesco) possiede una cinta muraria del XIV secolo che custodisce all’interno il suo bellissimo centro storico (Altstadt) ed è divisa in due dal fiume Pegnitz che la attraversa; il fascino medievale è ancora fortemente palpabile anche dopo la sua ricostruzione a seguito dei bombardamenti che l’hanno tristemente segnata.

Norimberga, vista del centro storico dal Kaiserburg
Norimberga, vista del centro storico dal Kaiserburg

Da una collina a dominare Norimberga ci pensa il maestoso Kaiserburg, il Castello Imperiale. Si tratta di una fortezza del XII secolo, una delle più importanti del Medioevo europeo. Qui dimorarono gli imperatori del Sacro Romano Impero Germanico come Federico Barbarossa che lo fece ampliare rendendolo un castello feudale. Suggestivo è anche il Tiefer Brunnen, un “pozzo profondo” circa 50 metri, fonte di approvvigionamento di acqua durante gli assedi al castello.

LINK https://tourismus.nuernberg.de/it/posizione/location/castello-imperiale/

Chiese e monumenti

Norimberga possiede splendide chiese romanico-gotiche che troneggiano su diverse piazze centrali della città vecchia. Quelle di San Sebaldo (Sebalduskirche), di San Lorenzo (Lorenzkirche) e di Nostra Signora (Frauenkirche) sono le più famose; quest’ultima si trova nella Piazza del Mercato (Hauptmarkt), dove tutt’ora, sin dal Medioevo, si vendono frutta, verdura, fiori, e vari tipi di street food salato o dolce.

LINK https://tourismus.nuernberg.de/it/posizione/location/la-chiesa-di-san-sebaldo-sebalduskirche/

Norimberga, chiesa di San Sebaldo (Sebalduskirche)
Norimberga, chiesa di San Sebaldo (Sebalduskirche)

LINK https://tourismus.nuernberg.de/it/posizione/location/la-chiesa-di-san-lorenzo-st-lorenzkirche/

La Frauenkirche di Norimberga venne costruita nel XIV secolo da Carlo IV per custodire i tesori imperiali, il quale però, temendo un furto, decise di mandarli a Praga; ancora oggi questo edificio così riccamente decorato allieta i frequentatori della piazza con il Männleinlaufen: a mezzogiorno, ogni giorno, il grande l’orologio del frontone si anima con la sfilata di sette statuine che al rintocco della campana girano tre volte in senso orario attorno alla statua dell’imperatore Carlo IV.

Norimberga, chiesa di Nostra Signora (Frauenkirche)
Norimberga, chiesa di Nostra Signora (Frauenkirche)

Sempre nella piazza del mercato, come un’altissima guglia gotica di ben 19 metri, s’innalza fieramente la Schöner Brunnen, la Fontana Bella di Norimberga: si tratta di una copia dell’originale Fontana Bella, risalente al XIV secolo da cui non sgorga però acqua. Secondo una credenza popolare, i due anelli d’oro posti sui due lati opposti dell’inferriata che la circonda, se ruotati tre volte avrebbero uno il potere di realizzare un desiderio, mentre l’altro di favorire le gravidanze.

La Hauptmarkt è infine il luogo dove ogni anno si tiene il famosissimo mercatino di Natale di Norimberga, il Christkindlesmarkt (il Mercatino del Bambin Gesù) Qui è facile respirare a pieni polmoni l’aria di festa: fra le casette di legno, i colori e i profumi tipici del nord Europa è possibile acquistare oggetti artigianali, dolci tradizionali e il vin brulè o glühwein. Proprio in occasione dei mercatini ogni anno vengono realizzate delle deliziose tazze collezionabili.

Norimberga, piazza del mercato (Hauptmarkt)
Norimberga, piazza del mercato (Hauptmarkt)

LINK https://tourismus.nuernberg.de/it/posizione/location/nuernberger-christkindlesmarkt-il-mercatino-di-natale-di-norimberga/

Norimberga e Albrecht Dürer

Uno dei posti più importanti di Norimberga è la casa, diventata oggi museo, di Albrecht Dürer, il celebre artista che nacque e visse qui. Pittore rinascimentale fra i più famosi di tutta la Germania e imprenditore di se stesso, Dürer, divenne molto ricco lavorando non più solo su commissione ma anche in proprio.

Acquistò questa “casa a traliccio” del 1420 nel centro della città, nei pressi del Kaiserburg, che si sviluppa su tre piani e che ne evidenziava, già all’epoca, la sua ricchezza. All’interno è possibile visitare il laboratorio in cui egli ideava i suoi quadri. Le opere di Dürer sono sparse per il mondo, ma al primo piano è stata allestita una sala che raccoglie copie dei suoi capolavori come ad esempio “Adamo ed Eva”.

Norimberga, casa-museo di Albrecht Dürer
Norimberga, casa-museo di Albrecht Dürer

LINK https://tourismus.nuernberg.de/it/posizione/location/la-casa-di-albrecht-duerer-albrecht-duerer-haus/ 

Memoriale dei Processi di Norimberga

Norimberga stupisce anche per la presenza di numerosi musei. In un weekend sarebbe impossibile visitarli tutti, ma se si hanno più giorni a disposizione vale la pena fare un bel giro. La città è famosa per il processo ai “principali criminali di guerra” che il 20 novembre del 1945 nella sala della Corte d’Assise (Schwurgerichtssaal) del Palazzo di Giustizia (Justizpalast), vide la condanna di 21 alti gerarchi nazisti. Un pezzo di storia da vedere assolutamente.

Aula del processo di Norimberga (Schwurgerichtssaal)
Aula del processo di Norimberga (Schwurgerichtssaal)

→ LINK https://museums.nuernberg.de/memorium-nuremberg-trials/visitor-information/informazioni-per-il-pubblico/

 

La tradizione della rotbier di Norimberga: gli Historische Felsengänge e il birrificio biologico artigianale Hausbrauerei Altstadthof

La storia di Norimberga è legata indissolubilmente a quella della birra. Che si tratti di bionda, rossa o scura ce n’è per tutti i gusti. Uno dei primi statuti del consiglio comunale dal 1302 al 1310 contiene un editto emesso in risposta alla carestia che impone l’uso di orzo e nessun altro grano per la produzione della birra.

Norimberga ama però definirsi “casa della birra rossa“, anche se nessuno è certo che l’inventore sia stato un locale (forse è stato un belga); l’originale rossa di Norimberga (rotbier) è realizzata secondo gli antichi regolamenti del primo Medioevo, lavorata a basse temperature. Alla fine del XIV secolo, c’erano più di 40 birrifici a Norimberga per poco meno di 30.000 abitanti e dal 1530 è stata prodotta anche una birra bianca ad alta fermentazione.

Norimberga, la birra rossa (rotbier) artigianale di Hausbrauerei Altstadthof
Norimberga, la birra rossa (rotbier) artigianale di Hausbrauerei Altstadthof

Strettamente collegate a questa tradizione e punto cardine della città sono le Historische Felsengänge, le storiche cantine scavate nella roccia di arenaria della collina di Norimberga (detta Burgsandstein), che scendono giù per ben quattro piani. Queste furono menzionate per la prima volta nel 1380 ed oggi, come allora, servono a conservare le deliziose specialità a base di luppolo e malto.

Norimberga, cantine_sotterranee (Historische Felsengänge)
Norimberga, le cantine sotterranee (Historische Felsengänge)

Sempre secondo un regolamento del consiglio comunale, chiunque desiderasse produrre birra e venderla doveva avere una propria cantina in cui poter preparare e conservare la bevanda. Con più di 20.000 metri quadrati di spazio, sono il più grande labirinto contiguo di cantine nel sud della Germania. Durante i raid aerei della Seconda Guerra Mondiale molti cittadini di Norimberga vi trovarono un rifugio sicuro.

Norimberga, cantine sotterranee (Historische Felsengänge)
Norimberga, le cantine sotterranee (Historische Felsengänge)

Oggi i birrifici di Norimberga non sono noti per la loro produzione di massa, ma piuttosto per la loro alta qualità. Tra i più noti e popolari ci sono Tucher, Schanzenbräu e Hausbrauerei Altstadthof.

Quest’ultimo è il primo birrificio biologico in Germania e si trova in pieno centro storico, ai piedi del Castello Imperiale di Norimberga. Fin dalla sua fondazione nel 1984, la birra è stata prodotta in bollitori di rame e in tini di fermentazione in legno, secondo le antiche ricette della tradizione.

Norimberga, il birrificio artigianale Hausbrauerei Altstadthof
Norimberga, il birrificio artigianale Hausbrauerei Altstadthof

Nel processo di produzione artigianale viene preparato uno speciale malto tostato particolarmente aromatico per una birra ramata, vellutata e morbida con una leggera nota di luppolo di 5,2% vol. Alla fine del tour delle cantine sotterranee che parte proprio dall’Hausbrauerei Altstadthof, si degustano due birre tra cui la rotbier locale. Il mastro birraio Reinhard Engel ha recentemente iniziato a creare anche whisky single malt.

Norimberga, il birrificio artigianale Hausbrauerei Altstadthof e la produzione del whisky
Norimberga, il birrificio artigianale Hausbrauerei Altstadthof e la produzione del whisky single malt

LINK https://tourismus.nuernberg.de/old/it/giri-turistici/di-una-citta/ulteriori-luoghi-diinteresse/d/nuernberg-museen-historische-felsengaenge.html

Hausbrauerei Altstadthof

Indirizzo: Bergstraße 19, 90403 Nürnberg, Deutschland

Telefono: +49 911 23602731

Email: dal sito

Sito: www.hausbrauerei-altstadthof.de

Le salsicce di Norimberga, una lunga tradizione gastronomica

Le (Rost) Bratwürste possono essere chiamate “di Norimberga” solo se prodotte entro i limiti della città. La ricetta di queste salsicce bavaresi è molto antica: secondo le fonti storiche risale addirittura al 1300. Sono piccole e sottili e dal colore chiaro (bratwurst), il peso è di una ventina di grammi per circa 7-9 centimetri di lunghezza e del peso di non più di 25 grammi.

Norimberga, le (Rost) Bratwürste, salsicce IGP
Le salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste)

Realizzate con carne suina e pancetta, le salsicce di Norimberga vengono insaccate nel budello di pecora e aromatizzate con maggiorana, pepe, cerfoglio, cardamomo, zenzero e limone, oltre ovviamente al sale, e le miscele variano a seconda del produttore. Grazie ad un fiorente commercio con l’Oriente, tutte queste spezie erano molto utilizzate in epoca medievale.

Le salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste Drei im Weggla) nel classico panino
Le salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste Drei im Weggla) nel classico panino (Credits: Congress – und Tourismus – Zentrale Nürnberg)

Si racconta che anche Goethe amasse follemente le Nürnberger Bratwürste, tanto è vero che se le faceva spedire per posta a Weimar. Dal 2003 sono state dichiarate IGP ed avendo una storia gastronomica lunga più di 700 anni non possono che essere il cibo più amato da queste parti.

Le salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste)
Le salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste)

Si mangiano a multipli di sei, otto, dieci o dodici accompagnati da rafano e crauti o insalata di patate (o entrambi) oppure si preparano in un brodo speziato aromatizzato con cipolle e aceto chiamato Blaue Zipfel; classica però è la versione 3 im Weckla cioè tre salsicce arrostite in un panino croccante, lo street food imperdibile per chi visita la città e che è possibile trovare in ogni angolo.

Le salsicce di Norimberga IGP, Blaue Zipfel
Le salsicce di Norimberga IGP Blaue Zipfel

C’è chi dice che abbiano questa dimensione perché gli osti potessero venderle direttamente dai buchi delle loro taverne durante le ore di chiusura. Già nel Medioevo i cittadini di Norimberga avevano dato valore alla qualità piuttosto che alla quantità e preferivano le salsicce locali piccole e delicate piuttosto che quelle dei loro cugini Franconi, più grandi e più grossolane.

Salsicce di Norimberga IGP con crauti e insalate di patate
Salsicce di Norimberga IGP (Nürnberger Bratwürste) con crauti e insalate di patate

LINK https://tourismus.nuernberg.de/old/it/scoprire-divertirsi/mangiare-e-bere/specialita-di-norimberga/salsiccia-di-norimberga/d/nuernberger-bratwuerste-3-im-weggla.html

Lebkuchen, profumi e sapori del pan di zenzero di Norimberga 

VAI AL POST

 

PS: vi consiglio infine di acquistare la NÜRNBERG CARD + FÜRTH al costo di 28€. Per due giorni avrete l’accesso gratuito a tutti i musei, attrazioni e ai mezzi pubblici entro l’intera zona urbana di Norimberga, Fürth e Stein.

 

 Post in collaborazione con Congress – und Tourismus – Zentrale Nürnberg 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto / Accept