Fragole: il profumo della primavera

La pianta che produce le fragole si chiama fragaria vesca ed appartiene alla categoria delle rosacee. Il suo nome, deriva da un termine latino che tradotto significa “fragranza” poichè sono un frutto molto profumato, inoltre a differenza di tutti gli altri frutti, hanno la rara caratteristica che i semini sono situati sulla superficie esterna e non all’interno. Solitamente le fragole vengono definite dei frutti, ma scientificamente non è così perché si tratta di una parte ingrossata dell’infiorescenza. (1) È nata in Francia ed ha origini molto antiche: la prima varietà coltivata risale agli inizi del Settecento. Questo frutto è caratterizzato da un intenso profumo e un sapore dolce.

Le deliziose fragole (Fonte: www.braciamiancora.com/wdp/fragole-sulla-griglia-un-dessert-goloso-e-genuino/)

Fragole di Acconia, un tesoro calabrese

E’ nella piana di Lamezia Terme, ad Acconia di Curinga, il “posto delle fragole”, in Calabria. Un distretto agricolo di fatto – merito anche di condizioni favorevoli come natura e microclima – dove ogni anno vengono prodotte oltre 20 mila tonnellate del frutto che appartiene alla famiglia delle rosacee. E dove, inoltre, vengono condotti studi e ricerche sperimentali in materia di rinnovamento varietale e di innovazione produttiva.

Sono circa 250 gli ettari di terreno coltivato a fragole in questo angolo di Calabria, che danno lavoro a circa duemila addetti. Il 70% della produzione locale prende la strada dei mercati del nord dove il prodotto è molto richiesto e apprezzato, mentre un quinto circa varca anche i confini esteri. Anche per questo ad Acconia, alla fragola, regina della primavera, viene dedicata una festa in piazza tra degustazioni e approfondimenti. Un appuntamento – animato dal Comune, dalla Proloco, dalla Confederazione italiana agricoltori e dalla Camera di Commercio di Catanzaro – che si è affermato tra gli eventi più seguiti del periodo primaverile. (2)

Proprietà:

Le fragole contengono numerose vitamine e sali minerali, tra le vitamine vi è un’alta percentuale di vitamina C che aiuta l’assorbimento del ferro; contengono poi sali minerali quali potassio, calcio, ferro, magnesio e fosforo. Grazie a queste vitamine e sali minerali le fragole sono alimenti consigliati per prevenire le malattie da raffreddamento da cambio di stagione oltre che ad avere un effetto sulla ritenzione idrica quindi, sulla cellulite. Grazie a una buona quantità di fibra le fragole sono utili come lassativi naturali per chi soffre di stipsi. Contengono inoltre acido salicilico che sembra essere ottimo per contrastare gli effetti della gotta, oltre che a mantenere sotto controllo la fluidità del sangue e la pressione sanguigna.


È ricca di antiossidanti, contiene acido ellagico, sostanza molto efficace come antitumorale. Le fragole sbiancano e proteggono i denti, infatti, questi frutti contengono xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili dell’alitosi. Sono un frutto gustoso povero di calorie, indicato anche per chi sta seguendo un regime ipocalorico a scopo dimagrante: la polpa è costituita per il 90% da acqua e apportano solo 33 kcal per ogni porzione di 100 g. Grazie ai minerali contenuti al suo interno, permette di disintossicare il corpo e di depurarlo. Sono adatte per diabetici: le fragole contengono fruttosio, questo quando viene assunto allo stato naturale è molto ben tollerato dallo stomaco, inoltre queste se assunte regolarmente riescono a diminuire il rischio di diabete di Tipo 2.

 Usi delle fragole:

Gli utilizzi delle fragole in cucina sono davvero tantissimi e vari. Possono essere usate in piatti salati, soprattutto nelle insalate, in accostamento alla rucola o alla lattuga, ma anche in pietanze più elaborate, come il risotto, molto di moda negli anni Ottanta e oggi tornato alla ribalta. Ideali per la preparazione di confetture, come la marmellata di fragole, si prestano perfettamente anche alla preparazione di dolci freschi e di stagione, come il famoso tiramisù, la crostata di frutta fresca, la bavarese o il sorbetto.

 

Ricetta del sorbetto alle fragole:

Sorbetto alle fragole (Fonte: www.ricettedellanonna.net/sorbetto-alla-fragola/)

Ingredienti:

  • 500gr di fragole
  • 300 ml di acqua
  • 200 gr di zucchero

Procedimento:

Sciogliete lo zucchero nell’acqua facendolo scaldare in un pentolino. Fate attenzione a non farlo caramellare e quindi rimanete ad una temperatura inferiore ai 100°. Una volta che lo zucchero si sarà sciolto, togliete il pentolino dal fuoco e lasciate intiepidire l’acqua zuccherata. Frullate le fragole con un frullatore ad immersione. Unite il frullato di fragole all’acqua zuccherata e amalgamate. Mettete lo sciroppo di fragole nella gelatiera e fate mantecare per circa 50 minuti. A seconda della gelatiera utilizzata ci potrebbe volere più o meno tempo. Una volta raggiunta la consistenza giusta, togliete il sorbetto dalla gelatiera e mettetelo nel freezer per almeno 3 ore prima di consumare. Se volete, potete aggiungere, anche il succo di un limone allo sciroppo di fragole. Guarnite con una fogliolina di menta.

 

Sitografia:

(1) www.cucinare.it

(2) www.ansa.it

fb-share-icon20
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto / Accept